Si avvicina il 31 ottobre e con la maestra si decide di leggere in classe un libro sulla paura: Leo. Una storia di fantasmi (di Mac Barnett e Christian Robinson). Leo è un fantasma bambino, nessuno riesce a vederlo, ma Jane sì… è un libro che parla di paura ma anche della bella, diversa e possibile amicizia tra un fantasma e una bambina vera.

Confeziono alcune immagini per ogni bambino, così che Linda, ma anche tutti i suoi compagni, mentre la maestra leggerà la storia in classe, potranno seguirla da vicino e sfogliare pagina dopo pagina sul proprio banco. Finito il momento lettura la maestra parlerà della paura: tutti abbiamo paura di qualcosa… ma insieme possiamo provare a sconfiggerla, anche solo un po’… e a turno i bimbi alzeranno la mano volendo raccontare a tutti le proprie.

ATTIVITÀ IN CLASSE

In anticipo ho preparato un cartellone con grandi pennellate di nero (colore che identifica di più la paura) e ho ideato e stampato dei fogli che serviranno da cornice, dove, all’interno dei quali, ogni bimbo disegnerà la propria paura. Ognuno poi firmerà il proprio foglio per incollarlo al cartellone appeso alla lavagna: adesso esternate e raccontate tutte insieme forse spaventano un po’ di meno

Gioco-attività in piccolo gruppo 

  • I bambini decidono di voler dare un titolo al cartellone appena composto, così si valutano tutte le proposte e si scrive e si incolla: INSIEME POSSIAMO SUPERARE LE NOSTRE PAURE.
  • È Halloween. Ho pensato di proporre ai bambini un gioco che Linda già conosce, in cui riesca e possa interagire in autonomia con i suoi compagni e che tutti insieme si divertino: il memory di Halloween.
  • In anticipo ho creato e stampato tutte le carte con soggetti a tema.
  • Momento trucco terrificante!!! Teschi, streghe, ragnatele… ogni bambino sceglierà la propria maschera per la notte di Halloween… “Dolcetto o Scherzetto?

L’inclusione non è solo stare insieme, l’inclusione è fare insieme.

CARLO SCATAGLINI