Al Polo Nord, in montagna, ma anche da noi, quando inizia a fare molto molto freddo l’acqua della pioggia, della rugiada, dei laghi, delle cascate… si trasforma e tutto cambia! Il paesaggio magicamente si ricopre di bianco: è la neve, è il ghiaccio. Oggi in classe maestra Psiche ci racconterà questa magica storia di trasformazione.

In accordo con l’insegnante ho preparato il materiale visivo di supporto che la maestra alzerà, (un’immagine alla volta) durante la lezione in classe.

Per Linda, ma anche per tutti i bambini, è importante anche vedere le parole, non solo le immagini, soprattutto quando sono termini ancora sconosciuti, quindi associando

  • spiegazione orale  
  • immagini 
  • parole-chiave scritte 

Linda riesce a rimanere concentrata, a comprende e così a ricordare.

ATTIVITÀ IN CLASSE

Ad ogni bambino viene consegnato un foglio azzurro oppure grigio, sui tavoli sono pronti pennelli e tempera bianca, si chiede ad ogni bimbo di pitturare quello che più secondo loro rappresenta la neve oppure il ghiaccio.

Si passerà poi al momento face-paiting, siamo a dicembre, fa freddo… arriveranno a scuola principesse e gatti delle nevi!!

L’inclusione non è solo stare insieme, l’inclusione è fare insieme.

CARLO SCATAGLINI