Affinché Linda riesca ad apprendere ed interiorizzare i concetti è importante la ripetizione e la generalizzazione di questi. Per questo motivo, come rinforzo alla lezione fatta a scuola sull’acqua, preparo un compito, dove, con la sua tranquillità emotiva portata dall’essere a casa e in rapporto 1:1, potrò permettermi di ampliare un po’ di più l’argomento e di alzare un po’ il livello sulle richieste.

  • Apriamo il quaderno, disegno la griglia dove lei dovrebbe scrivere la parola “ACQUA”, ma considerato che è una giornata già difficile in cui ha meno tolleranza del solito e sapendo quanto impegno le richieda la scrittura e quanto il non riuscirci le procuri frustrazione, evito e oggi scrivo io.
  • Le passo ed incolla l’immagine-simbolo. 
  • In anticipo, ho preparato dei talloncini con sù scritte singole parole che fanno parte della lezione in classe sull’acqua.
  • Sul tavolo presento a Linda una parola per volta (nascondendo tutte le altre), lei fa esercizio di lettura.
  • Infine incollerà tutte le parole sul quaderno.

Acqua • compito inglese

Per ampliare la sua conoscenza e stimolare le sue capacità, approfittando del tema della settimana decido di proporle il compito di inglese. 

Domandandomi quale possa essere per lei la maniera più giusta e accattivante per imparare qualcosa di nuovo, e in contemporanea lavorare anche su tempi attentivi, lettura, motricità-fine, scrittura… invento e impagino graficamente alcuni format di schede.

  • Stampo le schede formato A4 e, con forbici, ne ricavo tre fasce, una per parola.
  • Presento a Linda una fascia/parola alla volta nascondendo dal tavolo tutte le altre (l’ordine e la pulizia visiva è importante, la aiuta a non distrarsi e così riesce a concentrarsi e portare a termine il compito).
  • Insieme commentiamo l’immagine e, con sua grande curiosità, usando il mio cellulare ascoltiamo l’esatta pronuncia dal traduttore di Google, divertendoci proviamo così a ripeterla e a ricordarla.
  • In autonomia Linda poi colorerà il simbolo corrispondente ripetendosi la parola in inglese.
  • Successivamente, con l’aiuto della traccia, ricalcherà la parola già scritta, facendo eservizio di pre-grafismo (considerato quanto sia complicato per lei, volutamente non le chiedo anche un esercizio di scrittura in autonomia, significherebbe fare più richieste su diverse difficoltà tutte insieme, sarebbe troppo per lei e genererebbe una crisi, non riuscendo così a raggiungere nessun obiettivo. Questo le lascerebbe addosso solo un senso di fallimento, frustrazione e rabbia per non esserci riuscita).
  • Infine, ripetendo la procedura per tutte le diverse nuove parole, si incolleranno le fasce sul quaderno.

Insegnami nel modo in cui io imparo