In tutto il mondo l’8 marzo si festeggia la donna.

A casa nostra non siamo soliti dare importanza a questa ricorrenza, ma diverse persone che conosciamo sono abituate diversamente… quindi per dare la possibilità a Linda di capire e non rimanere spaesata quando sente dire “buona festa della donna“, organizzo una semplicissima attività che non avrà alcun scopo se non quello di conoscere un po’ di più il mondo intorno a e in questo modo facilitare un circolo di comprensione e comunicazione.

Potrebbe capitare di trovarsi davanti qualcuno che le fa gli auguri… e sapendo di cosa si tratta potrebbe così ringraziare o magari avere lei stessa l’intenzione di fare gli auguri a qualche sua amica-donna.

L’attività è molto semplice, quasi banale, l’importante è venire a conoscenza… anche di un fiore che fino ad oggi non aveva ancora incontrato, la mimosa (fiore che magari capiterà, circa due settimane all’anno, di vedere in giro).

Linda finito tutto mi chiederà: “ma mamma quando sarà allora la festa dei maschi?” … “Linda la festa dei maschi non c’è.”

Per concretizzare, papà per l’occasione farà qualcosa di insolito, arriverà portandole la mimosa!

Dove hai trovato la forza? Siamo donne, tesoro, la forza trova noi.

CHARLIE BROWN E LUCY