Avendo Linda, ma anche noi, preso confidenza con la Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), nel periodo in cui ha circa 3 anni, iniziamo a preparare e proporle diversi libri modificati, affinché le venga facilitata la comprensione e quindi tragga anche maggiore consapevolezza ed appagamento.

Il libro dei Barbapapà è il primo libro che riesca ad interessarle ed agganciarla, quindi ne approfittiamo.

Ad ogni pagina estrapolo il concetto principale, ma soprattutto faccio attenzione ai particolari descrivendoli, li scrivo a computer con semplici frasi in versione simboli (CAA), poi stampo tutto, ritaglio e incollo con foglio lucido adesivo coprendo il vecchio testo.

Lo leggeremo insieme più e più volte, indicando sempre i vari simboli durante tutta la durata della nostra pronuncia. Tutto questo aumenterà il suo interesse e rinforzerà la sua comprensione.

Affinché riesca anche a sfogliarlo in autonomia, considerate le sue difficoltà di motricità fine, tra una pagina e l’altra inseriremo anche dei pezzetti di feltrini, funzioneranno da divaricatori e sarà facilitata nel girare e vedere la pagina successiva in autonomia.